Andrea Gaggero / Vestìo da omo

 9,30

Vestìo da omo
autobiografia 1916-1988
introduzione di Saverio Tutino
Firenze, Giunti Gruppo Editoriale, 1991
Diario Italiano n. 1
pp. 240

Descrizione

Andrea Gaggero
Vestìo da omo
autobiografia 1916-1988
introduzione di Saverio Tutino
Firenze, Giunti Gruppo Editoriale, 1991
Diario Italiano n. 1
pp. 240 – euro 9,30

Entrato in seminario a dodici anni contro la volontà della madre, e soprattutto per trovare una sistemazione sociale venendo da una famiglia molto povera, Gaggero fu ammesso a ventidue anni nell’ordine dei Filippini, dove venne ordinato sacerdote. Poi concluse i suoi studi all’Università Gregoriana di Roma. La sua opera di solidarietà fra la gente di quartieri poveri di Genova, la sua attività antifascista nel Comitato di Liberazione della Liguria, gli arresti e le torture, la condanna a diciotto anni, la prigionia, prima a Bolzano poi a Mauthausen, sempre dando l’esempio del proprio altruismo come guida a sé agli altri, porteranno Gaggero a diventare comunista quasi senza saperlo.
“Io Stalin non lo conoscevo…” dice quando un russo a Mauthausen lo chiama per la prima volta tovarisc. Tornato in Italia Gaggero si dedicherà completamente alla lotta per la pace. Per avere partecipato attivamente – nel 1950 – al congresso di Varsavia del movimento per la Pace, di segno comunista, viene “ridotto allo stato laicale”, dopo un lungo processo del Santo Uffizio. Ammalatosi gravemente, dopo trentacinque anni di instancabile attività pacifista, Gaggero ha dettato alla sua compagna, Isa Bartalini, e ad altri amici, le sue memorie che saranno poi integrate con discorsi e relazioni, quando lui non ce la farà più a parlare.

all’interno
Relazione presentata alla Commissione del Santo Uffizio
di Andrea Gaggero

studi & notizie
“L’Archivio di Pieve” di Saverio Tutino
Il patrimonio archivistico
“Gli archivi italiani di scrittura popolare” di Diego Leoni
“Il concorso annuale” di Mario Aldinucci

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Andrea Gaggero / Vestìo da omo”