In offerta!

Sessant’anni dopo una liberazione / Primapersona 13

 7,00  5,00

Sostanza della scrittura
Primapersona. Percorsi autobiografici
giugno 2005 n. 14, pp. 100

Descrizione

Sessant’anni dopo una liberazione
Primapersona. Percorsi autobiografici
dicembre 2004 n. 13, pp. 128
in copertina Nel silenzio dell’oscurità di G.Enrico Barbagli

Sessanta anni sono molti nella vita di un uomo e pochi in quella dell’umanità. L’analisi storiografica ha bisogno di tempi più lunghi per collocare un evento nella scala di importanza che gli compete. Eppure sessanta anni sembrano già sufficienti per rendersi conto che la seconda guerra mondiale è stata il grande “evento separatore” che ha segnato un prima e un dopo nella storia politica e sociale del Novecento. La grande mole di scritture autobiografiche prodotte intorno all’argomento viene a sostegno di questa tesi. Di questo ci occupiamo in questo numero, chiedendoci come è cambiato in sessanta anni il modo di ricordare quegli eventi, per verificare che la memoria non è mai neutra, ma modifica di continuo i temi e gli argomenti nel momento stesso in cui li riporta in vita.
Come non è neutrale la scelta di un tema come questo, mentre il mondo è sottoposto a un potere unico che alterna altre guerre a nuove cosiddette liberazioni.

Saverio Tutino

editoriale
L’arma della memoria di Saverio Tutino

in tema
Guerra e diari di Abramo Stefano Zanchi

le storie
La coscienza e la speranza introduzione di Daniela Brighigni
Varsavia Brucia di Maria Malgorzata Straszewska, a cura di Silvia Bragagni
Non sono un eroe di Antonio Gentile Baldo, a cura di Laura Mormii
Il sollievo del pianto di Zelmira Marazio, a cura di Bettina Piccinelli
Nome di battaglia Tancredi di Luigi Mingozzi, a cura di Patrizia Dindelli
Le bombe americane di Leonia Ferrari, a cura di Luca Ricci

diari paralleli
Zitti un po’ di Gloria Chilanti, Clelia Curti, Virginia Fiorella Rossi, a cura di Loretta Veri

l’ascolto
I giorni della liberazione di Daniela Brighigni

la sapienza
Per l’onore e per la libertà di Antonio Gibelli
La memoria obliqua della Shoah di Giovanni Contini
Il circolo virtuoso di Marcello Flores
Elaborazione di memorie comunitarie di Paolo Pezzino
Racconti nella pietra di Massimo Baioni
Ritrovare la guerra di Ugo Berti Arnoaldi
Le lettere dell’altra Italia di Camillo Brezzi

testimonianze
Ho salvato Serra Pistoiese di Gabriella Gabbrielli, a cura di Natalia Cangi

internazionale diaristica
Collage 2003: l’Europa della guerra di Stefanie Risse
Domande nel futuro di Beatrice Barbalato

in libreria
Diari che diventano libri di Antonio Bindi, Alessandro Artini
I libri dell’autobiografia di Silvana Cuomo, Daniel Fabre, Anna Iuso

diario dei diari
Cronaca del semestre di Mario Aldinucci
Il tempo che parla di Emanuela Caroti
Il volo dei diari di Lamberto Palazzeschi

posta ferma
Anch’io ho fatto la guerra


con le fotografie di Mario Boccia, Simone Gosso, Ariberto Segàla

redazione Saverio Tutino (direttore), Luca Ricci (vice direttore) Mario Aldinucci (caporedattore) Daniela Brighigni (segretaria di redazione) Alessandro Artini, Silvia Bragagni, Camillo Brezzi, Natalia Cangi, Patrizia Dindelli, Andrea Franceschetti, Anna Iuso, Fabrizio Mangiameli, Laura Mormii, Loretta Veri (photo editor)

grafica Gian Enrico Barbagli

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Sessant’anni dopo una liberazione / Primapersona 13”