Emilia

 9,30

Le parole nascoste
epistolario 1870-1881
prefazione di Saverio Tutino
Milano, Rosellina Archinto, 1987
pp. 270

Esaurito

Descrizione

Emilia
Le parole nascoste

epistolario 1870-1881
prefazione di Saverio Tutino
Milano, Rosellina Archinto, 1987
pp. 270

L’amore impossibile di una nobildonna milanese, madre di cinque figli, per il tenente dei bersaglieri Federico Alessi, un ufficiale sempre in giro per il sud a combattere contro il brigantaggio.

Il marito della contessa è un uomo molto più vecchio di lei, che addirittura aveva avuto una relazione con la madre di Emilia. Il matrimonio non è mai decollato, malgrado la numerosa prole, Emilia per vincere la sua solitudine spirituale, scriveva e scriveva. Così, fra serate alla Scala e al Teatro Carcamo, a contatto con il bel mondo milanese, trovava anche il tempo di trascorrere qualche giornata al sud col suo amore, alloggiando in alberghetti d’infima categoria. Ma l’amore vinceva tutto. Il carteggio fu riscoperto circa quindici anni fa in un baule appartenuto a Federico e servì anche a far luce, dopo 80 anni, sulla sua misteriosa morte. La contessa Emilia, dopo la malattia e morte del marito, decise di interrompere questa relazione extraconiugale e Federico, folle d’amore, scelse di togliersi la vita.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Emilia”